Come disidratare le pesche

La disidratazione delle proprie pesche consente di godere di questo spuntino versatile senza i componenti chimici aggiunti in molti prodotti di frutta secca commerciale. Senza conservanti, le pesche essiccate rimangono nella vostra dispensa per un anno o più in un luogo fresco e asciutto. Mangiate il frutto asciugato o ricostituirlo in seguito per essere utilizzato in torte, ciambelle e altri piatti di pesca. Aspetta le vostre pesche essiccate per essere più scure delle pesche commercialmente secche, ma non ti preoccupare, perché imbottigliano lo stesso sapore e nutrizione.

Mescolare una soluzione di 1 parte di succo di limone a 8 parti di acqua in una ciotola da utilizzare come soluzione di immersione.

Sbucciate le vostre pesche lentamente, rimuovendo il più piccolo della carne possibile. Sfoglia la pesca dall’alto verso il basso, dividendo la pesca a metà. Rimuovere la fossa.

Fetta la pesca nei pezzi desiderati, fino a ½ pollici di spessore al massimo. È possibile asciugare le pesche come metà o come fette sottili, a seconda dell’uso previsto. Far cadere le fette nel succo di limone preparato e nell’acqua. Lasciare le pesche in acqua per 3-5 minuti.

Scaricare le fette e collocarle in un unico strato sui vassoi del disidratatore. Stack i vassoi secondo le istruzioni del produttore.

Asciugare le pesche a 135 gradi Fahrenheit o sull’ambiente medio nel disidratatore. Se il tuo disidratatore non offre un’impostazione media, utilizzare il livello basso. Il frutto è fatto quando è asciutto ma ancora flessibile. Aspetta le pesche per prendere 8-16 ore per asciugare, a seconda delle dimensioni dei pezzi, della temperatura del vostro disidratatore e dell’umidità nell’aria.

Conservare le pesche secche sigillate in un vaso o in un sacchetto di plastica trasparente. Controllarli dopo 24 ore. Se si presenta una condensa sui lati del contenitore, riportarli al disidratatore per qualche ora di tempo aggiuntivo.