Come l’ingrasso è curry?

Il curry è una parte fondamentale della cucina in tutta l’Asia orientale, e la sua popolarità si è allungata anche nei paesi occidentali. Anche se non esiste una definizione standard per ciò che costituisce un piatto di “curry”, comprende generalmente carne o verdure e ha una salsa speziata che può caratterizzare la curcuma, il cumino o la polvere di coriandolo. A seconda di che cosa esattamente si mette in esso e quanto si mangia, curry può essere abbastanza sano o estremamente ingrasso.

Valori nutrizionali

Le currie che contengono componenti principali con elevate quantità di calorie e grassi saranno naturalmente più pesanti di quelle che dispongono di verdure e piante vegetali. Ad esempio, 1 tazza di curry agnello ha circa 255 calorie e quasi 14 g di grassi e 90 mg di colesterolo, ma la stessa quantità di verdure curry ha appena 110 calorie, 1 g di grasso e 1 mg di colesterolo. Massaman bovine cury, un curry tailandese tradizionale con arachidi e una crema di latte di cocco, ha 680 calorie e 40 g di grasso per tazza, mentre una tazza di curry di pollo ha circa 300 calorie e 16 g di grasso.

ingredienti

Gli ingredienti realmente fanno la differenza nel conteggio finale di un piatto di curry, che aiuta a determinare se può farti aumentare il peso o meno. Per mettere il grasso corporeo, è necessario costantemente mangiare più calorie di quanto non bruci. È quindi possibile mantenere o addirittura perdere peso se si assaggia un ricco curry giornaliero, a patto che si mantenga sotto controllo il tuo totale calorico, è anche possibile aumentare di peso se si mangia un piatto di curry sano in aggiunta al tuo solito tariffa.

regolazioni

Per ridurre il grasso e le calorie in un curry fatto in casa, utilizzare ingredienti più leggeri. L’USDA riferisce che 1 tazza di latte di cocco regolare ha 445 calorie e più di 48 g di grasso, ma il latte di cocco leggero ha circa un terzo di tali quantità. Se usate l’olio per preparare i frullati oi frullati, cercate di utilizzare piccoli formati di servizio. Può anche aiutare a mangiare il curry in piccole porzioni e minimizzare gli alimenti ad alta calorie, come il riso bianco raffinato e il pane fritto. Nel numero di novembre 2009 della rivista “Cooking Light”, lo sviluppatore della ricetta Danielle Stephenson suggerisce l’uso di brodo di pollo a basso contenuto di sodio per formare una salsa al curry invece di utilizzare una base ricca di panna.

considerazioni

Qualsiasi tipo di alimento “in ingrasso” può essere inserito in una dieta sana e bilanciata se si moderano le dimensioni delle porzioni e si concentrano sul consumo di alimenti a base di grassi e calorie, in gran parte vitali e minerali. Per mantenere un peso sano e ancora indulgere in un curry decadente ogni tanto, tenere traccia dei tuoi totali calorici giornalieri con un contatore di calorie online.