Come non mangiare carboidrati influenzano il tuo corpo?

I carboidrati sono il macronutriente che alimenta la maggior parte degli americani, corrispondenti a una media di 300 g al giorno e che rappresentano oltre il 50 per cento della loro apporto calorico giornaliero. Zucchero, prodotti a grani e verdure amidacee sono la principale fonte di carboidrati nella dieta americana. Anche se la maggior parte delle persone non può immaginare la vita senza pane, pasta o biscotti, non mangiare carboidrati può influire positivamente sulla salute e sul benessere del corpo.

Effetti a breve termine

A breve termine, tagliare i carboidrati potrebbe farti sentire peggio del solito, ma questi effetti sono di breve durata. Se hai consumato una notevole quantità di carboidrati, il tuo corpo stava bruciando lo zucchero ottenuto da questi carboidrati come sua principale fonte di energia. Se limiti i carboidrati, il tuo corpo deve passare ad un percorso metabolico alternativo di utilizzare grassi invece. Mentre il tuo corpo si adatta, che può richiedere alcuni giorni fino a poche settimane, i livelli di energia possono essere influenzati. Puoi sentirti stanco, letargico, lento, avere mal di testa, essere irritabile e persino stitichezza. Questi effetti collaterali possono essere alleviati da soli, ma è possibile aiutare il tuo corpo a passare alla tua dose di carb più basso, bere molta acqua e aumentare l’assunzione di grassi.

Grasso perso

Non mangiare carboidrati, o mangiare meno carboidrati, può aiutare a perdere grasso. La maggior parte delle diete può aiutare a perdere peso, ma di solito si perde una massa muscolare insieme al grasso. Una dieta a basso contenuto di carboidrati che elimina tutti i cibi ricchi di carboidrati, ad eccezione di 20 g di carboidrati da verdure non starchiche ogni giorno, ha comportato una significativa perdita di grasso rispetto a una dieta a bassa percentuale di grassi che fornisce la stessa quantità di calorie, secondo uno studio Pubblicato nel numero di maggio 2004 di “Annals of Internal Medicine”. Mangendo meno carboidrati, il tuo corpo diventa più efficiente a bruciare i grassi invece che allo zucchero, che può impedire il guadagno di grasso e promuovere la perdita di grasso.

La salute del cuore

A seguito di una dieta limitata con carboidrati può migliorare il profilo lipidico e i fattori di rischio cardiovascolari. La Nutrition & Metabolism Society, un’organizzazione indipendente di salute senza scopo di lucro, riferisce che le diete ridotte al carboidrato riducono i trigliceridi, aumentano i livelli di colesterolo HDL, diminuiscono la pressione sanguigna e diminuiscono l’infiammazione, anche se le diete contengono due o tre volte la quantità di grassi tipicamente consumata La dieta standard americana. Un altro articolo pubblicato nel numero di agosto 2005 di “Nutrition & Metabolism” spiega anche come diminuire l’assunzione di carboidrati e aumentare l’assunzione di grassi può contribuire a modificare le dimensioni delle particelle LDL, ovvero il cattivo colesterolo, e renderli meno aterogeni o Meno probabilità di intasare le arterie.

Mangiare sano senza carboidrati

Evitare cibi ricchi di carboidrati, come lo zucchero, i grani e le verdure amidacee, possono influire positivamente sul tuo corpo, ma è consigliabile controllare prima con il medico prima di adottare una nuova dieta. Una dieta sana di carboidrati dovrebbe includere verdure non starchiche, come bok choy, cavoli, peperoni rossi, melanzane e funghi, per fornire il proprio corpo con fibre e antiossidanti, oltre a una moderata quantità di proteine ​​da uova, pesce, pollo e Carne e grassi di burro, olio d’oliva, avocado, olio di cocco, lardo, noci e noci di noci. Limitare il grasso saturo non è necessario se si tiene basso l’assunzione di carboidrati, spiega Jeff S. Volek, professore associato all’università del Connecticut e coautore di “L’arte e la scienza del basso tenore di carboidrati”.