Come scegliere un frutto di drago

Il frutto del drago, chiamato per la sua vibrante, pelle spiky, è talvolta conosciuto come pitaya e viene coltivato principalmente in Messico e in America Centrale e Sud. I frutti di drago possono essere trovati anche nei paesi asiatici, come la Thailandia e la Malesia, ed è un elemento fondamentale per la cucina asiatica. Se vuoi sperimentare la carne dolce, seedy della frutta del drago, la tua scommessa migliore è un mercato asiatico. Lì, è possibile esaminare il frutto per scegliere uno che è maturo e pronto per mangiare.

Esaminare la pelle esterna del frutto del drago. Il frutto del drago è di colore rosa o profondo dorato. Cercare la pelle uniformemente colorata e priva di lividi e segni di coltello. Mentre alcune variazioni nella pelle sono comuni, la frutta dovrebbe generalmente essere lo stesso colore di tutto. Splotchy potrebbe essere un segno che il frutto è sopraffatto.

Tocca lo stelo del frutto del drago. Uno stelo fragile denota un frutto sovrastato, quindi cerchi un fusto con leggerezza.

Esaminare le foglie oi petali che coprono l’esterno del frutto. Dovrebbero essere brillantemente colorati, senza brunitura sulle estremità, un altro segno di frutta sovrastata.

Premere il dito nella pelle del frutto del drago. Un frutto perfettamente maturo darà leggermente la pressione, molto simile a un avocado maturo o mango. Se il dito preme troppo in frutta o il frutto è troppo duro, scegli un altro frutto del drago.

Odori il frutto del drago, alla ricerca di un aroma leggero e tropicale. Questo è un segno che la carne dentro sarà matura e dolce.

Mettere il frutto di drago acquistato sul banco a temperatura ambiente per maturarlo per l’uso. Il frutto è maturo quando il colore rosa o giallo dell’esterno si scurisce, dopo di che è possibile trasferire la frutta nel frigorifero per un massimo di cinque giorni.